×

Si deve pensare al Counseling Genetico come ad una “conversazione” in cui il tuo contributo, in termini di obiettivi, sentimenti e preoccupazioni,  è fondamentale. Utilizzando alcune specifiche tecniche di conversazione, il Genetic Counselor aiuta la persona a comprendere i tuoi rischi genetici, determina se dei test genetici possano essere appropriati e,  in questo caso, spiega quali risultati potrebbero significare per l’utente e la sua famiglia. 

Spesso la persona con un problema su base genetico è già in carico con un medico o un altro operatore sanitario.

Quale ulteriore aiuto potrebbe quindi fornire un Genetic Counselor?

Poiché i Genetic Counselor hanno ricevuto una formazione specialistica in genetica medica e counseling, diventano una parte fondamentale in un team sanitario e possono far fronte all’elaborazione delle emozioni suscitate dal ricevere determinate informazioni su dati genetici.

I principi del Counseling Genetico si fondano quindi: 

  • sull’ascolto 
  • sul rispondere a specifiche richieste di chiarimento 
  • sul fornire una guida in raccordo con la rete socio-sanitaria del Territorio e le Associazioni di pazienti per malattie genetico-rare